Nello svolgimento della loro attività, i nostri tecnici commerciali predispongono quasi quotidianamente preventivi per sistemi di sicurezza. A partire dalle richieste dei clienti, il primo passo è quello di organizzare un sopralluogo. Durante la visita si esaminano il contesto e le caratteristiche tecnico-impiantistiche degli ambienti interessati dall’intervento. Contestualmente si analizzano le richieste specifiche della committenza, valutando insieme ad essa alcune opzioni. Una volta rientrati in ufficio, i responsabili procedono, redigendo il preventivo secondo il modello aziendale.

Contenuto standard dei preventivi per sistemi di sicurezza

Il nostro modello aziendale si compone di una “copertina”, riportante data, oggetto e informazioni relative al cliente e ai soggetti responsabili del sopralluogo e della preventivazione. All’interno di tale copertina, vi è l’offerta vera e propria che riporta la descrizione e la quantità dei dispositivi che andranno a comporre l’impianto. Se disponibile, si allega ulteriore materiale informativo, come schede tecniche e/o brochure dei prodotti. In base alla complessità del sistema, i tecnici commerciali possono decidere di accludere eventuale layout grafico, riportante il posizionamento degli apparati. A chiusura del preventivo vengono dettate le condizioni di fornitura (validità dell’offerta, data inizio lavori, modalità di pagamento, etc.) e le condizioni generali di vendita.

Come confrontare e scegliere fra diversi preventivi

Spostiamo ora l’attenzione dai nostri tecnici ai destinatari dell’offerta. Per i non addetti al settore, infatti, non è sempre facile destreggiarsi nella scelta di un sistema di sicurezza. A volte, il primo scoglio è proprio nella lettura e comprensione del preventivo e soprattutto nel confronto di preventivi di aziende diverse.
Ci sono, infatti, diversi fattori che possono influire sensibilmente sul prezzo di un impianto e che quindi vanno tenuti in considerazione nel raffronto fra proposte differenti:

  • livello di sicurezza da conseguire;
  • tipologia dei dispositivi e tecnologia di base;
  • numero dei componenti installati e loro scalabilità;
  • eventuali difficoltà di installazione.

Fattori che influenzano il prezzo di un impianto

Il livello di sicurezza che dovrà essere garantito dall’impianto andrebbe concordato fra tecnico e cliente già in fase di preventivazione. Il professionista, ascoltate le esigenze del richiedente, dovrebbe svolgere un’analisi dei rischi, considerando aspetti come contesto, posizione e tipologia dell’edificio, nonché numero degli accessi ed eventuali vulnerabilità. Va da sé che una villa isolata con un’autorimessa piena di macchine di lusso richiederà un livello di sicurezza diverso da quello di un appartamento in un quartiere residenziale. É altrettanto ovvio che, a livelli di sicurezza differenti, corrispondono sistemi di sicurezza difficilmente paragonabili.

La tipologia dei dispositivi e la tecnologia che utilizzano è un altro fattore fondamentale di valutazione. Così come, in ambito automobilistico, appare evidente la differenza fra un’utilitaria e una macchina da corsa, nel settore della Sicurezza, le apparecchiature possono essere molto differenti fra loro e offrire diversi livelli di sicurezza, diverse prestazioni e costi di manutenzione. Anche la tecnologia utilizzata è un elemento discriminante: un sistema cablato non è paragonabile ad uno senza fili, un sensore a infrarossi non può essere confrontato con uno a tripla tecnologia.
In generale, il consiglio è quello di richiedere preventivi con dispositivi uguali o molto simili.

Accanto alle caratteristiche tecniche dei dispositivi, è fondamentale valutarne la quantità, in rapporto alle prestazioni.
Oltre alla quantità, un altro elemento importante è la scalabilità di un sistema di sicurezza. Con “scalabilità” si intende la capacità di un impianto di accogliere futuri ampliamenti e/o aggiornamenti, senza dover stravolgere l’infrastruttura. Poter apportare modifiche nel corso del tempo per adattarsi a nuove sopravvenute esigenze può rivelarsi estremamente utile, ma non tutte le soluzioni di sicurezza lo consentono.

Infine, nella valutazione di uno o più preventivi, non si dovrebbero tralasciare eventuali difficoltà di installazione. Nel caso in cui, in fase di sopralluogo, venissero rilevate delle condizioni sfavorevoli, bisognerebbe vagliare proposte e soluzioni alternative e valutare il prezzo dell’impianto anche in base alla capacità di risoluzione di tali inconvenienti.

Valutazione dei servizi di post vendita

Sebbene normalmente non sia esplicitato all’interno dei preventivi per sistemi di sicurezza, un altro elemento da considerare è la capacità degli installatori di fornire assistenze, manutenzioni e interventi fuori garanzia. Come abbiamo detto molte volte, infatti, un impianto, per quanto evoluto, risulta efficiente solo se correttamente manutenuto e aggiornato. Diviene centrale, di conseguenza, valutare la serietà delle aziende a cui ci siamo rivolti e la qualità dei servizi di post vendita offerti.

oppure scrivici per maggiori informazioni
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...
Tag:, , ,