Blog

Gazzetta di Parma: Ekotec, la sicurezza entra nell’Oil & Gas

Così era intitolato l’articolo apparso sulla GAZZETTA DI PARMA del 4 luglio 2015, nella sezione “ECONOMIA PARMA”, per presentare il percorso d’internazionalizzazione che abbiamo intrapreso con l’ingresso nel mercato OIL & GAS attraverso la realizzazione di sistemi di videosorveglianza specifici per le torri di perforazione petrolifera.

Di seguito riportiamo il testo integrale dell’articolo:

Un rapace come icona, a rappresentare l’occhio che vigila dall’alto, pronto a percepire ogni singolo movimento. Con questa immagine, Ekotec ha scelto di sintetizzare DRILLEREYE, un nuovo marchio creato per il settore Oil & Gas, presentato alla fiera di riferimento italiana OMC di Ravenna

L’azienda di Parma, specializzata nell’integrazione di sistemi di sicurezza, antincendio e video sorveglianza per privati e aziende, ha deciso di ampliare il mercato, mettendo il proprio trentennale know-how a disposizione di un settore nuovo, quello della perforazione petrolifera. «Nel 2012 un cliente ci chiese un impianto di telecamere anti-deflagranti da utilizzare per il controllo di un pozzo petrolifero. Era un campo di applicazione nuovo per noi ma abbiamo deciso di accettare la scommessa, misurandoci con questo ambiente estremo» racconta Michele Ghirardi di Ekotec. Sul sito di perforazione petrolifera, sia sulla terra che in mare aperto, le condizioni ambientali sono del tutto particolari e ogni parte dell’impianto subisce sollecitazioni meccaniche molto forti che possono causarne la rottura. «In risposta, abbiamo ingegnerizzato il nostro sistema di telecamere integrate: abbiamo introdotto ammortizzatori per le vibrazioni e, soprattutto, semplificato al massimo l’installazione sull’impianto per facilitare il montaggio da parte degli operatori presenti in loco». Nel 2013 sono arrivate le prime conferme, con una ventina di sistemi venduti, un risultato lusinghiero che ha spronato la Ekotec a proseguire. 

«Nel 2014 – aggiunge Ghirardi – con la partecipazione al progetto di internazionalizzazione ESP7, sostenuto dalla Provincia di Par-ma, abbiamo potuto analizzare le potenzialità del mercato land e offshore e capire quali azioni intraprendere per entrarvi in modo organizzato». Si tratta di un mercato esigente, in cui contano affidabilità, robustezza e la garanzia di un’assistenza continua, ma che può offrire all’azienda nuovi sbocchi internazionali. Il percorso è avviato e già diverse azioni sono state realizzate: oltre alla creazione del marchio DRILLEREYE, Ekotec ha rafforzato l’ufficio commerciale, messo on line un nuovo sito in lingua inglese e preso parte ad alcune fiere di settore, tra cui l’OTC di Houston, evento mondiale del settore Oil & Gas. «Abbiamo raccolto contatti interessanti, ora la vera scommessa è riuscire a trasformarli in contratti»

da GAZZETTA DI PARMA (4/07/2015) – ECONOMIA PARMA  – In collaborazione con: UNIONE PARMENSE DEGLI INDUSTRIALI