Blog

La sicurezza di casa per quando sei assente

Alcuni spunti per la sicurezza di casa forniti dalla Polizia di Statoda adottare quando ci si assenta per le vacanze .

La sicurezza di casa per quando sei assente per brevi periodi

  • Lascia qualche luce accesa, la radio, l’impianto stereo o il televisore in funzione.
  • Chiudi sempre la porta a chiave e non lasciare le chiavi sotto lo zerbino o in altri luoghi alla portata di tutti.
  • Ogni volta che esci di casa, ricorda di attivare l’allarme.
  • Ricorda che i messaggi sulla porta dimostrano che in casa non c’è nessuno.
  • Se hai oggetti di valore che devi lasciare in casa fotografali: in caso di furto ne faciliterai la ricerca.
  • Sensibilizza anche i vicini affinché sia reciproca l’attenzione a rumori sospetti sul pianerottolo o nell’appartamento. Nel caso non esitare a chiamare il 113.
  • Se tornando a casa trovi la porta aperta o chiusa dall’interno, non entrare. Potresti scatenare una reazione istintiva del ladro che si vede scoperto. Non fare l’eroe e telefona subito al 113

La sicurezza di casa per quando sei assente per  lunghi periodi

  • Non far sapere ad estranei i tuoi programmi di viaggi e vacanze.
  • Evitate di pubblicare su social network (Facebook o altri) i vostri programmi di viaggio poiché queste informazioni possono arrivare indirettamente a persone poco raccomandabili.
  • Installa, se ti è possibile, un dispositivo automatico che, ad intervalli di tempo, accenda le luci, la radio, la televisione.
  • Ogni volta che esci di casa, ricorda di attivare l’allarme.
  • Evita l’accumularsi di posta e pubblicità nella cassetta delle lettere chiedendo ad un vicino di ritirarla.
  • Non divulgare la data del tuo rientro e, anche alla segreteria telefonica, non dare informazioni specifiche sulla tua assenza.

 

La sicurezza di casa e gli oggetti di valore

Ci sono alcuni semplici accorgimenti che si possono adottare per scoraggiare eventuali ladri e che possono sembrare banali, ma dall’esperienza diretta che abbiamo ci sentiamo di consigliarvi.

Ad esempio non è difficile immaginare che i primi posti esaminati dai ladri in cerca dei vostri nascondigli per oggetti di valore siano armadi, cassetti, vasi, quadri, letti e tappeti eppure molte persone ancora li utilizzano. Conservate i documenti personali nella cassaforte o in un altro luogo sicuro, se proprio dovete nascondere in casa degli oggetti sarà utile fare ricorso ad un po’ di inventiva.

E’ utile inoltre fotografare i beni di valore che potrebbero essere oggetto di furto: in caso di sottrazione (o anche di rapina) vi consigliamo di consegnarne una foto al momento della denuncia per poterla inserire nella bacheca online. Questo servizio è stato appositamente istituito per contenere informazioni e foto di oggetti denunciati e/o ritrovati in modo da rendere più agevole ai legittimi proprietari la ricerca tra i beni eventualmente sequestrati a seguito di indagini e ottenerne la riconsegna. In funzione del tipo di oggetto può essere molto utile anche compilare una scheda con i dati principali dell’oggetto catalogato (documento dell’opera d’arte).

 

Fonte: