Blog

Bonus fiscale – Prorogato per tutto il 2014 il recupero del 50% delle spese sostenute per l'impianto d'allarme

La Commissione bilancio della Camera ha approvato il 18 dicembre 2013 il disegno di legge di stabilità 2014, già approvato dal Senato, apportandovi tuttavia numerose modifiche ed integrazioni. Il testo vagliato prevede la proroga fino al 31 dicembre 2014 della detrazione IRPEF del 50% delle spese sostenute per lavori di ristrutturazione, tra cui sono ricompresi anche gli impianti antifurto, la videosorveglianza, le porte blindate e le inferriate. Lo sconto si applica sull’Irpef dovuta da chi sostiene le spese e si recupera in dieci rate annuali.

Sulla scorta delle informazioni disponibili ad oggi, l’agevolazione  resterebbe quindi invariata per tutto il 2014 (Bonus fiscale 50%),  scenderebbe al 40% per il 2015 e tornerebbe definitivamente allo storico 36% dal 2016, sempre con il limite di 96000 euro  per unità abitativa.  Per gli interventi che interessano le parti comuni degli edifici condominiali o tutte le unità immobiliari di cui si compone il condominio, le spese sostenute fino al 30 giugno 2015 sono detraibili al 65%, mentre quelle effettuate fino al 30 giugno 2016 usufruiscono del bonus al 50%. Gli interventi di riqualificazione energetica degli edifici, realizzati su singole unità immobiliari o su parti comuni di edifici residenziali, e gli interventi antisismici su prime case ed edifici produttivi ricadenti nelle zone ad alta pericolosità sismica, godono di una detrazione fiscale del 65%.